fbpx

OFFERTA SPECIALE!

SUMMERVIBES2021

3 mesi al prezzo di 1!

OFFERTA SPECIALE!

SUMMERVIBES2021

3 mesi al prezzo di 1!

906831782_1280x720

Presenza e Ascolto nella Paura

Con

Pratica guidata incentrata su posizioni in chiusura in preparazione alla posizione della sirena, attraverso i Principi di Allineamento Universali propri dell’Anusara®Yoga.

Cos’è la Paura?
Chi non conosce l’esperienza della paura? La paura è svegliarsi di notte, terrificati dal fatto di non poter andare avanti. La paura è l’ansiosa sensazione per il nostro corpo, la stretta e la pressione al cuore, la strangolante presa alla gola. La paura è il battere furioso del nostro cuore, la pulsazione del nostro battito. La paura ci rende più difficile il respiro, accelerandolo e affannandolo. La paura ci dice che siamo in pericolo e poi spinge con urgenza a dare un senso a ciò che sta succedendo e a capire cosa fare. La paura si appropria della nostra mente con storie su ciò che andrà storto. La paura ci dice che perderemo il nostro corpo, la nostra mente, i nostri amici, la nostra famiglia, anche la terra. La paura è l’anticipazione del dolore futuro. La funzione principale della paura e assicurare la sopravvivenza. L’influenza della paura che nasce in risposta alla nostra esperienza immediata si combina con il ricordo di eventi passati associati a degli effetti che provocano. Ecco perché alcuni di noi sono terrorizzati da cose che non hanno alcun senso di paura per altri.

Dal libro di Tara Brach
“Il potere straordinario dell’accettazione totale”

Due sono i concetti fondamentali in questo scritto: “la paura è l’anticipazione del dolore futuro” e che “alcuni sono terrorizzati da cose che non hanno alcun senso di paura per altri.”
Sentire dove insorgono gli stati di ansia, di tensione, di stanchezza, quindi di paura ci permette innanzitutto di essere presenti a noi stessi e di vedere come questi portano dei cambiamenti nel nostro modo di pensare e, di conseguenza, agire. Cercheremo nella pratica di rimanere in ascolto, di affinare la percezione e di valutare se realmente queste sensazioni hanno ragione d’essere o se insorgono come risposta a esperienze passate.

Serve aiuto?

Questo sito utilizza Cookie per migliorare la tua esperienza, puoi saperne di più leggendo la nostra Privacy PolicyProseguendo la navigazione accetti l’uso dei Cookie